Storia del Museo Civico di Tolfa

La volontà di dotare la cittadinanza tolfetana di un museo affonda le sue radici in una lunga tradizione: già dal 1955 il Circolo di Cultura di Tolfa, grazie all’interessamento di Ottorino Morra, presidente del circolo, e all’attività di Angelo Stefanini, Ispettore onorario alle antichità, aveva promosso la fondazione di un Museo civico, che venne effettivamente istituito alcuni anni più tardi, nel 1959. Questo interessamento locale fu contemporaneamente motore e risultato di una rafforzata vigilanza sul territorio e di una promozione delle attività di ricerca e di recupero di reperti archeologici.

All’inizio il museo aveva le dimensioni di un piccolo antiquario. Ricorda, infatti, lo Stefanini:

al momento della sua fondazione [del museo] furono sufficienti due armadi che vennero collocati nella prima sede concessa al Circolo dall’amministrazione presieduta dal sindaco dott. Innocenzo Moretti”.

Le collezioni si ampliarono con il passare del tempo grazie all’impegno profuso dal Ministero della Pubblica Istruzione (allora competente in materia di tutela) sul territorio nella repressione delle attività di scavo clandestino, grazie all’operato di Angelo Stefanini e Luigi Gobbi.

In particolare dal 1975 al 1997 la collaborazione tra Soprintendenza Archeologica per l’Etruria Meridionale, Gruppi Archeologici d’Italia e Comune di Tolfa, aprì una proficua stagione di attività di ricerca e valorizzazione, concretizzatasi nel recupero di un gran numero di materiali, strappato all’attività degli scavatori clandestini, e in una migliore conoscenza dell’evoluzione storica del comprensorio tolfetano. Negli anni successivi la collezione civica trovò pian piano un appropriato allestimento, grazie all’impegno del Comune e della Regione, in un nuovo apparato espositivo e didattico ultimato agli inizi degli anni novanta, curato da Andrea Zifferero.

Oggi la raccolta di reperti trova finalmente più ampia collocazione nei locali dell’ex convento dei Padri Agostiniani presso il santuario di S. Maria della Sughera. Tale ubicazione ha avuto indubbiamente il pregio di consentire il recupero e la fruibilità di una struttura storica, per lungo tempo abbandonata, che riveste notevole importanza nella storia del paese: la chiesa e l’annesso convento furono, infatti, edificati a partire dagli inizi del 1500, per volere di Agostino Chigi.

Dalla riapertura al pubblico nella nuova sede il Museo civico si è reso protagonista di una serie di attività di carattere divulgativo e scientifico, in forza di una concezione che interpreta il museo non soltanto come mero contenitore espositivo ma come laboratorio di cultura attivo e dinamico nella vita della comunità e, ci si augura, anche propulsore di nuove iniziative di ricerca sul territorio.

Principali attività ed eventi organizzati dal Museo civico di Tolfa (nella nuova sede del Convento dei Padri Agostiniani):

  • Primavera 2002: Corso didattico con manifestazione finale: A scuola nel Museo I edizione
  • Primavera 2003: Corso didattico con manifestazione finale: A scuola nel Museo II edizione
  • Luglio 2003: Convegno: I Monti della Tolfa: conoscenza e valorizzazione con il patrocinio della Regione Lazio
  • Primavera 2004: Corso didattico con manifestazione finale: A scuola nel Museo III edizione
  • Estate 2007: Stage di restauro in collaborazione con l’Istituto per l’Arte e il restauro Palazzo Spinelli di Firenze
  • Autunno 2007: Organizzazione del Convegno: Identità culturale e territorio nell’area dei Monti della Tolfa. In collaborazione con il museo civico di Allumiere e la Comunità Montana Monti della Tolfa
  • Estate 2008: Stage di restauro in collaborazione con l’Istituto per l’Arte e il restauro Palazzo Spinelli di Firenze
  • Novembre 2008: Convegno: I Templari nel Lazio Settentrionale
  • Maggio 2009: Convegno: Le ceramiche di età medievale e moderna di Roma e del Lazio in collaborazione con “Sapienza” Università di Roma
  • Estate 2009: Stage di restauro in collaborazione con l’Istituto per l’Arte e il restauro Palazzo Spinelli di Firenze
  • Estate 2010: Stage di restauro in collaborazione con l’Istituto per l’Arte e il restauro Palazzo Spinelli di Firenze
  • Novembre 2010: Convegno: Il Mignone fiume dell’Archeologia
  • Maggio 2011: Stage di restauro in collaborazione con l’Istituto per l’Arte e il restauro Palazzo Spinelli di Firenze e la cattedra di Archeologia medievale della Sapienza Università di Roma
  • Novembre 2011: Convegno: L’Archeologia sui Monti della Tolfa: studi ricerche e prospettive