La necropoli etrusca di Pian Conserva

Il sito di Pian Conserva, situato lungo la valle del Mignone a 5 km da Tolfa, all’altezza del km 45 della S.P. Braccianese-Claudia, è stato oggetto, a partire dalla seconda metà del XIX secolo, di ripetute ricerche archeologiche che hanno chiarito la cronologia dell’insediamento e lo sviluppo topografico dell’area. La zona di maggiore interesse è stata individuata sulla sommità del pianoro tufaceo, interessato da presenze monumentali che si concentrano in particolare nell’estremità orientale, oggetto di indagini sistematiche, dove si trovano il principale nucleo sepolcrale etrusco e l’insediamento romano

Gli estremi cronologici della presenza etrusca si collocano, senza soluzione di continuità, tra l’Orientalizzante Antico (ultimo quarto dell’VIII secolo a.C.), a cui risalgono le più antiche tombe situate nella Zona D, e la fine del IV-inizio del III secolo a.C., con il riutilizzo di alcune tombe di età arcaica e la realizzazione di nuove sepolture individuate nella Zona B. Sia nel settore orientale del pianoro che nella porzione occidentale, le ricerche di superficie hanno messo in luce varie concentrazioni di ceramica domestica a cui fanno riferimento nuclei di tombe a camera più o meno consistenti, tanto da suggerire l’esistenza di nuclei distinti di abitato collegati a differenti settori funerari, in modo analogo a quanto sembra avvenire nei pianori tufacei circostanti.

In seguito all’occupazione romana dell’area nella Zona B fu costruita una villa rustica, posta significativamente ad interrompere un asse stradale interno alla necropoli etrusca. Il complesso, databile tra il II secolo a.C. e il I secolo d.C. (alcuni frammenti di ceramica tardo romana, rinvenuti nello strato agricolo superficiale, sembrano però testimoniare una frequentazione prolungata dell’insediamento), è stato solo parzialmente esplorato, con la messa in luce di alcuni ambienti produttivi interpretati come cucine, gravemente compromessi dalle arature.

Il sito è interessato anche da episodi di frequentazione di età medievale riconducibili ad almeno due momenti: il primo, forse riferibile ad un insediamento di tipo sparso, nell’XI-XII secolo, il secondo, caratterizzato dall’occupazione di alcune tombe della necropoli etrusca, nel XIV secolo.